Valorizzare il patrimonio culturale e naturalistico attraverso il Gal

Share Button

Si è svolto a Comiso martedì 28 Febbraio, nella Sala Pietro Palazzo, nell’ambito degli incontri finalizzati alla definizione dei fabbisogni del territorio e alla successiva elaborazione di un Piano di Azione Locale del Gal Valli del Golfo, un Workshop su Agroindustria, energia e ambiente.

A dare i saluti istituzionali l’Assessore allo sviluppo economico del Comune di Comiso, Alessandra Sanfilippo, e il vicesindaco di Comiso, Gaetano Gaglio.
L’incontro ha focalizzato i tre ambiti tematici sui quali si costruirà la strategia del Gal, ovvero:
Sviluppo e innovazione delle filiere produttive
Valorizzazione e gestione delle risorse ambientali e naturali
Turismo sostenibile.
Il prof. Alessandro Basile, dirigente del Comune di VittoriaProgrammazione Comunitaria – ha brevemente ripercorso le varie fasi che hanno caratterizzato la nascita Gal Valli del Golfo: dall’aggregazione territoriale dei quattro comuni ad Aprile 2016, alla costituzione del Comitato Promotore a Maggio 2016 – che ha registrato l’adesione di tantissime associazioni culturali/ambientaliste, associazioni di categoria e organizzazioni di produttori -, alla partecipazione al bando di attuazione della misura 19.1 del PSR Sicilia 2014/2020 a Giugno 2016, sino alla non ammissione del Gal Valli del Golfo ai finanziamenti, da parte del Dipartimento regionale agricoltura. Il ricorso al TAR promosso dal Comune capofila del Gal (Vittoria) e l’accoglimento dello stesso da parte del tribunale amministrativo, ha rimesso di nuovo in campo tutti i soggetti coinvolti, avviando una vera e propria fase operativa per la predisposizione della strategia.

In questa fase, infatti, si stanno raccogliendo le istanze del territorio , le schede progettuali da parte dei Comuni e delle associazioni, in relazione agli ambiti tematici di intervento. In particolare, i Comuni di Acate e di Comiso, avranno la possibilità di usufruire di circa due milioni di euro dei fondi FESR 2014/2020 per interventi infrastrutturali importanti, mentre i Comuni di Vittoria e Gela gestiranno i fondi FESR attraverso Agenda Urbana.

Il Gruppo di Azione locale che si sta delineando nasce dal basso, da attori locali del territorio. Quindi l’auspicio è quello che insieme si lotti per arrivare all’approvazione del Gal e al suo decreto di finanziamento. E ciò non certo a discapito di altri territori, perchè i territori non possono entrare in competizione tra loro, dal momento che rappresentano tutti comunità locali di pari dignità e diritti.
Sebastiano Di Stefano, direttore del Parco Scientifico e Tecnologico della Sicilia, ha illustrato la funzione del Parco nell’ambito della ricerca, nonchè la tipologia di assistenza tecnica resa ad imprese ed Enti pubblici nell’intero territorio regionale.
Giuseppe Di Dio, referente del CERISVI, ha evidenziato l’importanza e la necessità degli incontri di animazione territoriale per fare emergere le vere necessità del territorio, tant’è che dagli ultimi incontri tenutisi a Vittoria e ad Acate, sono emerse parecchie idee progettuali, molte delle quali sono già state inserite nella piattaforma web Takeopps – una piattaforma internet per la condivisione della strategia tra i partner aderenti al Gal – e che rappresentano, in questa fase di studio, dei veri e propri spunti per la elaborazione di un progetto condiviso e apprezzato dall’intero territorio.

Quindi ha rinnovato l’invito alle associazioni locali presenti al workshop, a dare il proprio contributo in termini di idee progettuali per la crescita e la valorizzazione del territorio, finalizzato alla definizione di interventi e misure da attuare attraverso il Gal.
Dal dibattito che è seguito alle relazioni, sono emersi alcuni spunti (parchi culturali ecclesiastici, rete di home-restaurants, percorsi naturalistici) che saranno sviluppati e approfonditi nei prossimi giorni, nonchè definiti all’interno della strategia.
Il prossimo incontro si svolgerà a Gela. A presto la data.